106° Udienza Generale di Papa Francesco

Carissimi tutti, perdonatemi del ritardo. Vi segnalo il pensiero dell’Udienza Generale del 21 Ottobre. Perdonatemi per il ritardo.
In quest’occasione il Papa vuol proseguire il discorso iniziato nel pensiero della settimana precedente. Si parlava delle Promesse fatte ai bambini, oggi il tema odierno ha questo titolo:“La Fedeltà nell’Amore”.

Le promesse ai bambini, che ha spiegato la scorsa settimana, si unisce a questa catechesi che parla della Fedeltà fra i due coniugi. Voglio regalarvi il pensiero papale con cui inizia la Catechesi:“Possiamo aggiungere che, a ben guardare, l’intera realtà famigliare è fondata sulla promessa – pensare bene questo: l’identità famigliare è fondata sulla promessa -: si può dire che la famiglia vive della promessa d’amore e di fedeltà che l’uomo e la donna si fanno l’un l’altra. Essa comporta l’impegno di accogliere ed educare i figli; ma si attua anche nel prendersi cura dei genitori anziani, nel proteggere e accudire i membri più deboli della famiglia, nell’aiutarsi a vicenda per realizzare le proprie qualità ed accettare i propri limiti. E la promessa coniugale si allarga a condividere le gioie e le sofferenze di tutti i padri, le madri, i bambini, con generosa apertura nei confronti dell’umana convivenza e del bene comune. Una famiglia che si chiude in sé stessa è come una contraddizione, una mortificazione della promessa che l’ha fatta nascere e la fa vivere. Non dimenticare mai: l’identità della famiglia è sempre una promessa che si allarga, e si allarga a tutta la famiglia e anche a tutta l’umanità.”

Quest’oggi l’essere fedeli è molto difficile. Non è come gli anni passati – purtroppo – questo è molto sofferente per tutta la società. Lo spiega molto dettagliatamente la frase papale:“Ai nostri giorni, l’onore della fedeltà alla promessa della vita famigliare appare molto indebolito. Da una parte, perché un malinteso diritto di cercare la propria soddisfazione, a tutti i costi e in qualsiasi rapporto, viene esaltato come un principio non negoziabile di libertà. D’altra parte, perché si affidano esclusivamente alla costrizione della legge i vincoli della vita di relazione e dell’impegno per il bene comune.”

Una cosa molto delicata che ci viene ricordato all’interno della relazione è la “libertà”. Non si deve amare soltanto per la bellezza o perché l’anima gemella, ha molti soldi in banca. Non si è vincolati da questi due pilastri del mondo, che provocano successivamente molte sofferenze. La creatura che vuole vivere eternamente con chi sta conoscendo, dev’essere attratto più che tutto dalla Fede in Dio di colui e colei che vuole amare.
Il Papa riguardo questo pensiero, lo dice meglio di me. Ecco la frase:“Ma, in realtà, nessuno vuole essere amato solo per i propri beni o per obbligo. L’amore, come anche l’amicizia, devono la loro forza e la loro bellezza proprio a questo fatto: che generano un legame senza togliere la libertà. L’amore è libero, la promessa della famiglia è libera, e questa è la bellezza. Senza libertà non c’è amicizia, senza libertà non c’è amore, senza libertà non c’è matrimonio.”

L’essere fedeli oggi – come dicevo sopra – non sembra più una virtù preziosa ma anzi si sta emarginando, e questo per ciascuno di noi è un grande dolore, perché siamo confusi tanto dalle ideologie mondane che stanno distruggendo l’anima. Ma leggiamo e riflettiamo su ciò che il Papa ci ricorda, riguardo ciò:“Sì, cari fratelli e sorelle, la fedeltà è una promessa di impegno che si auto-avvera, crescendo nella libera obbedienza alla parola data. La fedeltà è una fiducia che “vuole” essere realmente condivisa, e una speranza che “vuole” essere coltivata insieme. E parlando di fedeltà mi viene in mente quello che i nostri anziani, i nostri nonni raccontano: “A quei tempi, quando si faceva un accordo, una stretta di mano era sufficiente, perché c’era la fedeltà alle promesse. E anche questo, che è un fatto sociale, ha origine nella famiglia, nella stretta di mano dell’uomo e la donna per andare avanti insieme, tutta la vita.” 

Carissimi, leggendo questi pensieri mi viene in mente quando nel Sacramento Nuziale l’uomo e la donna si danno le mani, promettendo a Dio la Fedeltà reciproca. Ecco il Papa cosa vuole ricordarci. Il testo che viene letto dai futuri sposi è questa:“Io (nome), accolgo te, (nome), come mia sposa. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.”
Ecco perché “i nostri anziani, i nostri nonni raccontano: “A quei tempi, quando si faceva un accordo, una stretta di mano era sufficiente, perché c’era la fedeltà alle promesse.”

Coraggio dunque, diamo una svolta al nostro momento difficile. Se all’interno della famiglia soffriamo, cerchiamo di riacquistare la Fiducia persa, senza arrivare a forti dolori, come purtroppo stiamo sentendo molto spesso, ma invochiamo il Signore che vuole Amare tutti nessuno escluso. Ci dimentichiamo infine, che la famiglia stessa, viene intitolata “Chiesa domestica”. Coraggio quindi, preghiamo e facciamo vivere ai figlioli che il Signore ci donerà, il Suo Amore e la Sua Pace.
Volevo concludere con il pensiero papale; eccolo:“Se san Paolo può affermare che nel legame famigliare è misteriosamente rivelata una verità decisiva anche per il legame del Signore e della Chiesa, vuol dire che la Chiesa stessa trova qui una benedizione da custodire e dalla quale sempre imparare, prima ancora di insegnarla e disciplinarla. La nostra fedeltà alla promessa è pur sempre affidata alla grazia e alla misericordia di Dio. L’amore per la famiglia umana, nella buona e nella cattiva sorte, è un punto d’onore per la Chiesa! Dio ci conceda di essere all’altezza di questa promessa.”

Rimaniamo saldi nella Fede, Dio non ci tradirà mai, perché Lui rimane fedele a se stesso.

Dio ci Benedica e la Mamma ci Protegga.

Pace e Bene
Tony 🙂

______________________________________

Udienza Generale

Annunci

One Comment on “106° Udienza Generale di Papa Francesco”

  1. Paolo Zanni ha detto:

    Do ricevuta dell’invio della 106° UDIENZA GENERALE DI PAPA FRANCESCO, avente per oggetto “LA FEDELTA’ NELL’AMORE”. Ringrazio anche per i bei commenti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...