71° Udienza Generale di Papa Francesco

Fratelli e sorelle, quest’oggi il Papa vuol fare una riflessione del viaggio apostolico compiuto dal 28 al 30 Novembre in Turchia. Per lui è stato una gioia questo viaggio, perché come ogni pontefice va nel mondo per annunciare la Parola che è Vita, Pace e Amore fraterno. Rinnovare sempre più fiducia in un solo Dio.

Inizia con queste parole, dopo aver salutato l’assemblea presente, nonostante il brutto tempo:“Oggi voglio condividere con voi alcune cose del mio pellegrinaggio che ho compiuto in Turchia da venerdì scorso a domenica. Come avevo chiesto di prepararlo e accompagnarlo con la preghiera, ora vi invito a rendere grazie al Signore per la sua realizzazione e perché possano scaturire frutti di dialogo sia nei nostri rapporti con i fratelli ortodossi, sia in quelli con i musulmani, sia nel cammino verso la pace tra i popoli.”
Come dicevo sopra, il Papa ha voluto compiere questo viaggio importante per rinnovare e riempire il popolo turco della presenza di Dio, che attraverso Suo Figlio Gesù, è venuto per guarire tutti i peccati, scaturiti da tante incomprensioni e pensieri diversi.

“Nella prima giornata del viaggio apostolico ho salutato le Autorità del paese, a larghissima maggioranza musulmano, ma nella cui Costituzione si afferma la laicità dello Stato. E con le Autorità abbiamo parlato della violenza. E’ proprio l’oblio di Dio, e non la sua glorificazione, a generare la violenza. Per questo ho insistito sull’importanza che cristiani e musulmani si impegnino insieme per la solidarietà, per la pace e la giustizia, affermando che ogni Stato deve assicurare ai cittadini e alle comunità religiose una reale libertà di culto.”. Riflettendo su questo pensiero, noi tutti ci domandiamo perché ci sono le guerre? Quanto vogliamo che tutte le religioni siano unite in un solo Dio. Non ci devono essere guerre per annunciare la Pace nel mondo; è un controsenso no? Che dite? Lo dice il Papa con questo parole:“È proprio l’oblio di Dio, e non la sua glorificazione, a generare la violenza.” Dio Padre, si è fatto Vivo in Cristo, per portare la Pace non l’odio.

“Nel secondo giorno ho visitato alcuni luoghi-simbolo delle diverse confessioni religiose presenti in Turchia. L’ho fatto sentendo nel cuore l’invocazione al Signore, Dio del cielo e della terra, Padre misericordioso dell’intera umanità. Centro della giornata è stata la Celebrazione Eucaristica che ha visto riuniti nella Cattedrale pastori e fedeli dei diversi Riti cattolici presenti in Turchia. Vi hanno assistito anche il Patriarca Ecumenico, il Vicario Patriarcale Armeno Apostolico, il Metropolita Siro-Ortodosso ed esponenti Protestanti. Insieme abbiamo invocato lo Spirito Santo, Colui che fa l’unità della Chiesa: unità nella fede, unità nella carità, unità nella coesione interiore.”: Lo Spirito Santo, unisce tutti i popoli di diverse nazioni e religioni. Solo invocando lo Spirito Santo ci porta alla comprensione spirituale e rinnovare sempre più Fiducia in Dio Padre che ci ha Creati per Vivere in Lui, non per questo mondo passeggero, dove un giorno tutto svanirà. La Vita Eterna è la nostra meta, non questo mondo. Gesù stesso lo ricorda con queste parole:”Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia.” (Gv. 15,19) Quindi non dobbiamo temere, perché se rimaniamo uniti al Signore, troveremo giovo in cuor nostro vivendo la Sua Parola che è Vita per noi tutti.

Beh carissimi amici, nel terzo giorno è accaduto un’evento molto toccante, leggete:“Il terzo e ultimo giorno, festa di sant’Andrea Apostolo, ha offerto il contesto ideale per consolidare i rapporti fraterni tra il Vescovo di Roma, Successore di Pietro, e il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli, successore dell’apostolo Andrea, fratello di Simon Pietro, che ha fondato quella Chiesa. Ho rinnovato con Sua Santità Bartolomeo I l’impegno reciproco a proseguire sulla strada verso il ristabilimento della piena comunione tra cattolici e ortodossi.” Che dite, io come lo leggevo mi ha fatto riflettere tanto e sono felice per questo passo molto importante per le due religioni che uniscono i due successori, uno di Simon Pietro il Papa, e di Andrea fratello di Simon Pietro, il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli.
Rimaniamo uniti nella preghiera, perché le due religioni si uniscano sempre più e la Comunione Spirituale compia prodigi

“Ultimo incontro – questo è stato bello e anche doloroso – è stato quello con un gruppo di ragazzi profughi, ospiti dei Salesiani. Era molto importante per me incontrare alcuni profughi dalle zone di guerra del Medio Oriente, sia per esprimere loro la vicinanza mia e della Chiesa, sia per sottolineare il valore dell’accoglienza, in cui anche la Turchia si è molto impegnata. Ringrazio ancora una volta la Turchia per questa accoglienza di tanti profughi e ringrazio di cuore i salesiani di Istanbul.”: Quest’ultima visita papale ai profughi della comunita salesiana, per il Pontefice è stato – come dice lui stesso – “bello e anche doloroso.” A noi deve farci riflettere, perché siamo troppo viziati in questo mondo dove abbiamo tutto e subito. La condivisione e il sostegno verso il fratello è un’atto di carità molto bello. Ci aiuta nel scoprire che Gesù è Presente in queste creature sofferenti. Un’esempio semplice sarebbe questo: Come se noi non andiamo a visitare una creatura che non si può muovere per qualsiasi motivo. In quella persona sofferente è presente il Signore. San Paolo ci ricorda che tutte le altre virtù-doni scompariranno ma ciò che rimarrà è la Carità, ossia l’Amore Sincero verso la creatura sofferente.

Carissimi tutti, è stato bello anche quest’oggi riflettere su questi eventi accaduti nella Visita Apostolica di Papa Francesco. Abbiamo trovato tante cose belle che accendono sempre quella Luce di Salvezza e Comprensione.
Lasciamoci dunque trascinare dall’Amore Misericordioso del Signore, che vuol chiamare tutti, nessuno escluso, sulla Retta Via, quella Via splendida e Gioiosa dove troveremo qualche inciampo, ma uniti nel Signore vinceremo sempre noi, per vivere eternamente con Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.

Dio ci Benedica e la Mamma ci Protegga

Fraternamente
Tony 🙂

______________________________________

Udienza Generale

Annunci

One Comment on “71° Udienza Generale di Papa Francesco”

  1. paolo ha detto:

    Ringrazio per l’invio della 71° Udienza Generale di Papa Francesco e delle relative considerazioni.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...