54° Udienza Generale di Papa Francesco

Carissimi amici tutti, perdonatemi per il ritardo.
In questa seconda udienza che parla della Chiesa, il Papa espone il tema:L’appartenenza al popolo di Dio”.
Che bella catechesi. Già dal titolo ci sarà tanto da riflettere.

Papa Francesco vuol farci ricordare che la prima catechesi diceva così:“Siamo partiti dall’iniziativa di Dio che vuole formare un popolo che porti la sua benedizione a tutti i popoli della terra. Incomincia con Abramo e poi, con tanta pazienza – e Dio ne ha, ne ha tanta! -, prepara questo popolo nell’Antica Alleanza finché, in Gesù Cristo, lo costituisce come segno e strumento dell’unione degli uomini con Dio e tra di loro (cfr Conc. Ecum. Vat. II, Cost. Lumen gentium 1).

La Chiesa non è un fantasma che non vediamo, ma Dio la Creata con tanto Amore, attraverso Suo Figlio che chiama ognuno di noi alla Luce della Salvezza, persa col peccato originale. Per questo il Papa ricorda:“Non siamo isolati e non siamo cristiani a titolo individuale, ognuno per conto proprio, no, la nostra identità cristiana è appartenenza! Siamo cristiani perché apparteniamo alla Chiesa.”
Non siamo e non saremo mai soli, perché Dio è con noi. Il Papa continua il suo discorso:“È come un cognome: se il nome è “sono cristiano”, il cognome è “appartengo alla Chiesa”. È molto bello notare come questa appartenenza venga espressa anche nel nome che Dio attribuisce a sé stesso. Rispondendo a Mosè, nell’episodio stupendo del “roveto ardente” (cfr Es 3,15), si definisce infatti come il Dio dei padri. Non dice: Io sono l’Onnipotente…, no: Io sono il Dio di Abramo, Dio di Isacco, Dio di Giacobbe. In questo modo Egli si manifesta come il Dio che ha stretto un’alleanza con i nostri padri e rimane sempre fedele al suo patto, e ci chiama ad entrare in questa relazione che ci precede. Questa relazione di Dio con il suo popolo ci precede tutti, viene da quel tempo.”

Sono passati anni, millenni e secoli, sino ad arrivare a noi. Se un assocciazione è formata da uomo per proprio interesse, Dio la distrugge, ma se è formata con l’Aiuto Celeste sarebbe ancora in vita; così è la Chiesa. Dio la Creata sin dalla Chiamata di Abramo e dei padri che ci hanno preceduto, sino ad arrivare a Gesù Suo Figlio, che ha compiuto la Grazia più bella che Dio stesso potesse fare a noi tutti, L’ALLEANZA ETERNA formata dalla cancellazione del peccato e il richiamo alla Conversione e Salvezza dell’anima.

Voi sapete come si diventa cristiani? Beh, ve lo faccio conoscere, attraverso la riflessione di Papa Francesco:“Il cristiano appartiene a un popolo che si chiama Chiesa e questa Chiesa lo fa cristiano, nel giorno del Battesimo, e poi nel percorso della catechesi, e così via. Ma nessuno, nessuno diventa cristiano da sé.” La Fede in Lui è molto importante perché ci aiuta in tanti momenti difficili, più dettagliatamente lo spiega il Papa così:“Se noi crediamo, se sappiamo pregare, se conosciamo il Signore e possiamo ascoltare la sua Parola, se lo sentiamo vicino e lo riconosciamo nei fratelli, è perché altri, prima di noi, hanno vissuto la fede e poi ce l’hanno trasmessa. La fede l’abbiamo ricevuta dai nostri padri, dai nostri antenati, e loro ce l’hanno insegnata.”

La Chiesa è una Grande Assemblea che deve camminare assieme. “Nella Chiesa non esiste il “fai da te”, non esistono “battitori liberi”. Quante volte Papa Benedetto ha descritto la Chiesa come un “noi” ecclesiale!”
Molti di noi hanno diverse ideologie sulla Chiesa stessa, il Papa le ricorda in questa catechesi:“Talvolta capita di sentire qualcuno dire: “Io credo in Dio, credo in Gesù, ma la Chiesa non m’interessa…”. Quante volte abbiamo sentito questo? E questo non va. C’è chi ritiene di poter avere un rapporto personale, diretto, immediato con Gesù Cristo al di fuori della comunione e della mediazione della Chiesa. Sono tentazioni pericolose e dannose. Sono, come diceva il grande Paolo VI, dicotomie assurde.”
Nella nostra parrocchia purtroppo è difficile prendere un accordo fra di noi, perché abbiamo idee diverse, che possono aiutare ed altre danneggiare la comunità in cui viviamo, ma il Papa ci da un’ultima scrollata per comprendere quanto sia importante vivere nella Chiesa, con queste parole:“È vero che camminare insieme è impegnativo, e a volte può risultare faticoso: può succedere che qualche fratello o qualche sorella ci faccia problema, o ci dia scandalo… Ma il Signore ha affidato il suo messaggio di salvezza a delle persone umane, a tutti noi, a dei testimoni; ed è nei nostri fratelli e nelle nostre sorelle, con i loro doni e i loro limiti, che ci viene incontro e si fa riconoscere. E questo significa appartenere alla Chiesa. Ricordatevi bene: essere cristiano significa appartenenza alla Chiesa. Il nome è “cristiano”, il cognome è “appartenenza alla Chiesa”.”
Non dobbiamo scandalizzarci, ma – come dice il Papa – “Il Signore ha affidato il suo messaggio di salvezza a delle persone umane, a tutti noi, a dei testimoni; ed è nei nostri fratelli e nelle nostre sorelle, con i loro doni e i loro limiti, che ci viene incontro e si fa riconoscere.
Il Signore ci chiama ad essere “Suoi Testimoni”, imparando dalla Sua Parola che è Vita, Salvezza, Eternità.

Muoviamoci, rinnoviamo sempre il nostro Credo, rispondendo a Dio “Eccomi Signore, si compia il tuo Volere, ora e sempre.”

Non dobbiamo aver paura, ma rimanere vicino al Signore, per non perderci.
La Luce e l’Amore del Signore, vivano sempre con noi, perché continuiamo il nostro percorso verso la Salvezza dell’anima.

Rimanendo uniti spiritualmente vi abbraccio con tutto cuore.

Dio ci Benedica e la Mamma ci Protegga

Fraternamente
Tony 🙂

______________________________________

Udienza Generale

Annunci

One Comment on “54° Udienza Generale di Papa Francesco”

  1. paolo ha detto:

    Mi piace la catechesi di Papa Francesco nella 54° Udienza Generale, avente per oggetto “L’appartenenza al popolo di Dio”. grazie


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...