31° Udienza Generale di Papa Francesco

Carissimi amici tutti salve!!!! Come state? Spero tutto bene.
In questa prima udienza il Papa inizia un nuovo ciclo di catechesi che parlano dei Sacramenti, ed il primo sacramento è proprio “IL BATTESIMO”.

Com’è bello iniziare con questo sacramento prezioso che ci permette d’iniziare una “NUOVA VITA”, infatti siamo nati col peccato originale e, questo primo sacramento ci permette di cancellare questo peccato, ritornando alla purezza dell’anima.

Il Papa ci ricorda questo:“Il Battesimo è il sacramento su cui si fonda la nostra stessa fede e che ci innesta come membra vive in Cristo e nella sua Chiesa. Insieme all’Eucaristia e alla Confermazione forma la cosiddetta «Iniziazione cristiana», la quale costituisce come un unico, grande evento sacramentale che ci configura al Signore e fa di noi un segno vivo della sua presenza e del suo amore.”

Questa frase appena letta, è molto profonda, senza il Battesimo non possiamo iniziare una Nuova Vita, perché esso stesso “è il sacramento su cui si fonda la nostra stessa fede e che ci innesta come membra vive in Cristo e nella sua Chiesa.”
Una creatura voluta dal Signore, non può iniziare a vivere nella Luce e nella Pace, se non riceve questo prezioso sacramento iniziale, perché come dirà in seguito la frase papale: “Insieme all’Eucaristia e alla Confermazione forma la cosiddetta «Iniziazione cristiana», la quale costituisce come un unico, grande evento sacramentale che ci configura al Signore e fa di noi un segno vivo della sua presenza e del suo amore.”

San Paolo riguardo a questo pensiero appena descritto, ci ricorda una cosa molto importante:“«Non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Per mezzo del battesimo dunque siamo stati sepolti insieme a lui nella morte affinché, come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova» (Rm 6,3-4)”.

Il Papa quest’oggi ci da un compito a casa ed è questo:“Ho fatto questa domanda due o tre volte, qui, in piazza: chi di voi sa la data del proprio Battesimo, alzi la mano. È importante conoscere il giorno nel quale io sono stato immerso proprio in quella corrente di salvezza di Gesù. E mi permetto di darvi un consiglio. Ma, più che un consiglio, un compito per oggi. Oggi, a casa, cercate, domandate la data del Battesimo e così saprete bene il giorno tanto bello del Battesimo. Conoscere la data del nostro Battesimo è conoscere una data felice. Il rischio di non saperlo è di perdere la memoria di quello che il Signore ha fatto in noi, la memoria del dono che abbiamo ricevuto. Allora finiamo per considerarlo solo come un evento che è avvenuto nel passato — e neppure per volontà nostra, ma dei nostri genitori —, per cui non ha più nessuna incidenza sul presente. Dobbiamo risvegliare la memoria del nostro Battesimo. Siamo chiamati a vivere il nostro Battesimo ogni giorno, come realtà attuale nella nostra esistenza.”
Voi sapete la data del vostro battesimo? Io quando ho sentito questo compito mi sono subito informato, ma non ho ancora ricevuto risposta, non vedo l’ora di sapere questa data.

Il Papa vuole ricordarci una cosa molto profonda ed è questa:“Un ultimo elemento, che è importante. E faccio la domanda: una persona può battezzarsi da se stessa? Nessuno può battezzarsi da sé! Nessuno. Possiamo chiederlo, desiderarlo, ma abbiamo sempre bisogno di qualcuno che ci conferisca questo Sacramento nel nome del Signore. Perché il Battesimo è un dono che viene elargito in un contesto di sollecitudine e di condivisione fraterna. Sempre nella storia, uno battezza l’altro, l’altro, l’altro… è una catena. Una catena di Grazia. Ma, io non mi posso battezzare da solo: devo chiedere ad un altro il Battesimo. E’ un atto di fratellanza, un atto di filiazione alla Chiesa. Nella celebrazione del Battesimo possiamo riconoscere i lineamenti più genuini della Chiesa, la quale come una madre continua a generare nuovi figli in Cristo, nella fecondità dello Spirito Santo.”.

Carissimi tutti, con quest’ultimo pensiero papale, voglio salutarvi invitandovi nel riflettere tantissimo su ciò che il Papa ci ha fatto conoscere.
I Sacramenti sono molto importanti tutti, si parte con il Battesimo, perché ciascuno di noi sia una “NUOVA CREATURA, NELLA LUCE E NELL’AMORE DEL SIGNORE DIO, CHE CI HA CHIAMATI A VIVERE IN LUI”.
Rimanendo sempre uniti nella preghiera, vi abbraccio uno per uno, augurandovi Pace e Bene.

Dio vi Benedica e la Mamma vi Protegga.
In Cristo
Tony 🙂

______________________________________

Udienza Generale

Annunci

2 commenti on “31° Udienza Generale di Papa Francesco”

  1. paolo ha detto:

    Ringrazio per questa bella catechesi sul Battesimo di Papa Francesco nel corso della 31° Udienza Generale.

  2. cubantony ha detto:

    Ringrazio Dio perché mi aiuta in tutto!!!

    Il Signore Dimori sempre in te fratello.

    In Cristo
    Tony


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...